DANZA

DANZA AFRO (280)

“Le emozioni prendono forma nei nostri corpi che ballano parlando alla terra e al cielo”

lezioni di prova gratuite per tutto il mese di ottobre

Lunedì ore 20:30- 21:30 Aula Crec Baranzate via Aquileia 1

I movimenti della Danza Afro sono ancestrali e primitivi, semplici e potenti.

Essi sono capaci di riconnetterci con una energia pura e forte rilassando l’anima e fortificando il corpo.

Si balla a piedi nudi a contatto con il suolo, con la terra, con il presente, ma il viso sorridente e lo sguardo fiero sono fissi all’orizzonte per accogliere con gioia il domani.

Il linguaggio universale del ritmo aiuta a trovare vitalità e allegria, percorre il cammino delle emozioni e ci guida nell’espressione corporea.

Nell’Africa sub-sahariana la danza è presente in tutti i rituali e spesso accompagna le attività quotidiane, per l’eterogeneità di popoli, riti e ritmi sarebbe più opportuno però parlare di danze e non di danza.

La Danza Afro concorre allo sviluppo della salute, della bellezza, della resistenza, della forza perché aiuta a eliminare le tossine, a migliorare la postura e a sciogliere il busto, le spalle, le mani ed il collo. Si diventa più seducenti e resistenti alla fatica.

La Danza Afro contribuisce anche al miglioramento della sensibilità musicale, del senso del ritmo, della coordinazione tanto che si acquisisce consapevolezza del proprio corpo, armoniosità nei movimenti, naturalezza nella camminata.

La Danza Afro crea coesione e spirito di gruppo, si balla insieme, si suda insieme, si ride insieme.

Il fine di ogni lezione è quello di lavorare profondamente ogni parte del corpo, di prendere consapevolezza di sé, di acquisire alcune tecniche, di gioire nell’espressione danzata.


LA LEZIONE DI DANZA AFRO

Si compone di 3 fasi: una parte di riscaldamento, una di diagonali o coreografia e la fase di stretching o relax.

La prima parte della lezione è dedicata al riscaldamento, dura circa 15 min. Si mira a risvegliare e riscaldare tutti i muscoli del corpo dal collo fino ai piedi. In alcune tradizioni dell’Africa Occidentale l’attenzione viene focalizzata anche sul viso dedicando pochi minuti anche ai muscoli facciali.

Il riscaldamento prevede una parte in piedi e una parte a terra. In piedi ci si dedica a corsa, saltelli, pliès, demi-pliès, grand-pliès, rotazioni, circonduzioni, allungamenti. La parte a terra è rivolta principalmente ai muscoli addominali alti, bassi e laterali. Sono esercizi abbastanza intensi e rapidi poiché è necessario avere un pavimento addominale resistente e forte per evitare di gravare in maniera eccessiva sulla schiena. Seguono tonificazione di glutei e flessioni per rinforzare le braccia.

Terminato il riscaldamento c’è un minuto di pausa prima di iniziare le diagonali. Come in altre discipline di danza, sono stati codificati alcuni passi (in maniera non ufficiale) che vengono ripetuti in sequenza. Questo permette all’insegnante di controllare l’andamento della classe, migliorare il movimento e evitare danni.

Genericamente i movimenti della danza afro-tradizionale, soprattutto del Camerun e del Burkina Faso, riprendono espressioni della vita quotidiana del villaggio, quindi alla spiegazione del movimento associo spesso  la descrizione antropologica del gesto.

Quando si raggiunge un certo livello di capacità e di scioltezza, in base alle caratteristiche del gruppo, i movimenti prima eseguiti in diagonale possono essere montati per costruire brevi coreografie.

Gli ultimi 10 min dell’ora sono dedicati allo stretching avendo cura di rilassare ogni muscolo, seguendo talvolta modalità tipiche dei gruppi afro che privilegiano momenti di condivisione e vicinanza.

15 incontri monosettimanali di 1 ora
LUNEDÌ dalle 20,30 alle 21,30 sede di Baranzate
Quota iscrizione € 70, ridotta € 65
da 7 a 10 partecipanti max
Inizio 1° ciclo ottobre 2017 – inizio 2° ciclo febbraio 2018.

Insegnante: Fiammetta

DANZE ORIENTALI

DANZE ORIENTALI (253)
Il C.r.e.c. in collaborazione con l’associazione Cerchio Magico organizza, nella sede di Baranzate in via Aquileia n° 1 corsi di Danze Orientali che possono essere considerate una vera e propria forma di meditazione in movimento

DANZA DEL VENTRE (281) Per liberarsi da maschere e pregiudizi, superare timidezze, recuperare la propria femminilità e soprattutto il gusto della coralità. L’intento è di promuovere la danza del ventre in ogni sua sfumatura tenendo conto della sua storia e delle influenze che l’hanno arricchita nel tempo.
Si possono prenotare lezioni di prova.
MARTEDI: dalle ore 20,30 alle 21,30 corso base dalle ore 21,30 alle 22,30 corso intermedio
DURATA DEL CORSO: 30 lezioni monosettimanali
COSTI: (comprensivi di tesseramento a Crec e cerchio magico)
Annuale unica rata € 390
Annuale in due rate € 225 cadauna
Annuale in tre rate € 170 cadauna

TRIBAL FUSION (283)
Nasce fondendo la danza orientale, la danza indiana, le danze del nord africa, lo stile popping dell’hip hop, il flamenco, il kathak e la break dance, arricchendosi di esperienze musicali eterogenee. La ricchezza della Tribal Fusion è garantita proprio dalla sua versatilità che permette l’inserimento di innumerevoli varianti stilistiche danzate su musiche elettroniche di fusione fra sonorità etniche e strumenti moderni. Si possono prenotare lezioni di prova.

Insegnanti: Alice e Leli
MERCOLEDI: dalle ore 19,30 alle 20,30 corso base dalle ore 20,30 alle 21,30 corso intermedio dalle ore 21,30 alle 22,30 corso avanzato.
DURATA DEL CORSO: 30 lezioni monosettimanali
COSTI: (comprensivi di tesseramento a Crec e cerchio magico) Annuale 1 rata € 390 – Annuale 2 rate € 225 cad.
Annuale 3 rate € 170 cad.